Avviamento e sviluppo del Progetto Nuraghes - 1

Aggiornato il: mar 18

Il Comitato Direttivo e il Mercato Comunale


Facendo riferimento alla presentazione che trovate cliccando “Il Progetto” nella schermata iniziale, andiamo ad esporre in maniera quanto più chiara possibile in una serie di post, quali sono i meccanismi di funzionamento del Progetto Nuraghes ad Oristano. Questa esposizione vale solo come esempio, avendolo qui presentato a Maggio del 2018 nell'ambito del programma Bilancio Partecipato. Lo schema è naturalmente replicabile, con diversi numeri e adattandosi alle circostanze, in qualsiasi Comune della Sardegna.


Ho ipotizzato per Oristano la possibilità di offrire un lavoro dignitoso, non precario, a mille (o duemila) disoccupati residenti in città. Ipotizzando che ciascuno dei mille ex-disoccupati potrebbe avere una compagna, un figlio o un anziano a cui badare, diciamo che il numero delle persone coinvolte sale, in questo esempio, a circa duemila.


Primo passo, la costituzione di un Comitato Direttivo locale che organizza e coordina localmente il Progetto. Nel Comitato sono indispensabili alcune figure chiave come un avvocato, un Dottore Commercialista, un Consulente del Lavoro, un ingegnere, un impresario edile ed altre ancora con diverse competenze a seconda delle esigenze. L'importanza del buon funzionamento del Comitato Direttivo e delle diverse competenze dei suoi membri è evidente, dal momento che coordinare al meglio una comunità di duemila persone si presenta come un compito particolarmente impegnativo.

Tutti coloro che dedicheranno parte del proprio tempo al Progetto, così come qualsiasi altro partecipante ad ogni livello, saranno regolarmente retribuiti in Buoni Comunali. Tutto il volontariato potrà finalmente essere retribuito.

Per avviare il Progetto, due gruppi numerosi sono inizialmente indispensabili: uno da destinare all'agricoltura, il secondo all'edilizia.


Il primo e più numeroso (6/700 unità) si dedicherà a coltivare terreni comunali o di locali proprietari terrieri, ceduti gratuitamente o in affitto a prezzi agevolati, sotto la guida di agricoltori esperti e di qualche Dottore in Agraria; l'altro gruppo, guidato da ex-costruttori e ingegneri, si dedicherà alla costruzione del Mercato Comunale, le case per i disoccupati che ne fossero sprovvisti e una serie di altre costruzioni citate nella presentazione del Progetto: una Casa di assistenza per anziani, la Casa della Cultura sul modello spagnolo, un asilo nido ed altri eventuali edifici utili.

Il numero degli occupati può variare a seconda delle necessità e delle stagioni.

In agricoltura si dovranno produrre tutti gli ortaggi, la frutta e la verdura da mettere nel Mercato Comunale a disposizione della comunità di duemila persone alla quale sono destinati. Per sopperire all'iniziale carenza di prodotti dei primi mesi e completare l'offerta, si inviteranno un certo numero di piccoli produttori locali di frutta, verdura, ortaggi, olio, vino, formaggi, salumi, uova e ogni altro prodotto a prendere in affitto a prezzi simbolici (50 o 100 Nuraghes al mese) un box al Mercato Comunale per vendere i loro prodotti.


Quello che noi pomposamente chiamiamo Mercato Comunale, è in realtà uno spaccio interno all'organizzazione nel quale i soci conferiscono i frutti del proprio lavoro e ritirano quotidianamente la parte loro corrispondente. I disoccupati e tutti i membri del Circuito Nuraghes consumano ciò che essi stessi contribuiscono a produrre, non dipendendo più da fattori esterni come la moneta ufficiale. In questo modo, acquisiscono l'autosufficienza alimentare per sé e per i propri cari.

Primo obiettivo raggiunto, l'alimentazione quotidiana garantita, senza bisogno degli euro dei grandi Usurai internazionali.


Il concetto da capire per rendersi liberi è che il denaro non è ricchezza. La ricchezza è il talento umano e il lavoro di trasformazione in beni utili alla vita delle risorse che madre Natura ci offre gratuitamente. Non abbiamo bisogno degli euro avvelenati e ingannevoli degli Usurai. É sufficiente un onesto mezzo di scambio come i Nuraghes, emessi a beneficio di tutti noi, per vivere dignitosamente.


Continua, naturalmente ...

37 visualizzazioni
  • Nuraghes Circuito Buoni Comunali
  • Nuraghes Circuito Buoni Comunali

© 2020 by Fundhàda Nuraghes

(sito in costruzione)

 

Privacy Policy