IL M5S LANCIA LA MONETA COMPLEMENTARE SARDA PER RISOLLEVARE L'ECONOMIA

Questo è un articolo apparso su un giornale online poco più di un anno fa, durante l'ultima campagna elettorale per l'elezione del nuovo Consiglio Regionale Sardo e del Governatore della Sardegna. Era un'ottima notizia, che aveva alimentato in me molte speranze. Il M5S aveva messo nel proprio programma di governo della Sardegna (qualora fossero risultati vincitori) il lancio di una moneta complementare.  Finalmente si parlava dell'emissione di una moneta complementare da parte, addirittura, di un Governo regionale !!

L'argomento sarebbe stato sdoganato: sarebbe comparso su stampa e Tv, e quindi sarebbe diventato di pubblico dominio. Ne avremmo parlato al bar con gli amici.

Solo pochi giorni dopo la comparsa di tale notizia, mi recai con un amico ad un convegno del M5S per avere conferma. Riuscì a parlare con il candidato governatore Francesco Desogus, degnissima persona, il quale era però all'oscuro sia della notizia che delle potenzialità di una emissione da parte della Regione Sardegna di una moneta parallela a circolazione regionale. Gli feci notare che ci sarebbe stata la possibilità di offrire un lavoro agli oltre 100 mila disoccupati esistenti in Sardegna.

  Ci lasciammo con l'impegno di incontraci al termine della campagna elettorale per approfondire il discorso, indipendentemente dall'esito delle elezioni. Ho cercato più volte di contattare Francesco Desogus nelle settimane successive, senza però riuscire ad incontrarlo. Un'altra possibilità sfumata perché, che io sappia, i rappresentanti del Movimento presenti nel nuovo Consiglio Regionale non hanno mai proposto nell'aula consiliare l'emissione della moneta complementare sarda inclusa nel loro programma.  Magari c'è ancora qualche possibilità che possa avvenire, ora che questa opzione è stata avanzata pochi giorni fa dal consigliere regionale Antonello Peru. Chiedo adesso a tutti coloro che leggono questo post: qualcuno di voi ha la possibilità di farmi incontrare personalmente la capogruppo del M5S in Consiglio Regionale per un ulteriore tentativo? Qui di seguito, l'articolo in questione apparso in un giornale online a febbraio 2019. Notare il titolo del Convegno che appare nella foto : "IL RUOLO DELL'AGRICOLTURA IN UN'ECONOMIA SOSTENIBILE".

  Se solo si passasse dalle parole ai fatti !!

Il M5S lancia la moneta complementare sarda per risollevare l'economia CAGLIARI. Eliminazione dell'Azienda sanitaria unica, ma con la creazione di un unico centro di committenza che garantisca uniformità dei costi sul territorio regionale. Riduzione del numero dei consiglieri regionali e degli assessorati, con l'abolizione del vitalizio. Riscrittura dello Statuto, ma in accordo con le altre forze politiche "perché è la legge di tutti i Sardi, della Sardegna". Il rafforzamento del piano paesistico regionale, con la sua estensione immediata alle zone interne, accompagnato da una legge quadro del settore che sia semplice e fruibile. Soppressione di enti intermedi considerati inutili, come le comunità montane, e riorganizzazione degli enti locali. Sviluppo dell'Agenzia sarda delle entrate e la nascita di una moneta complementare sarda che "data la sua natura, data la sua natura, avrebbe delle ricadute economiche positive in quanto produrrebbe un aumento degli scambi, consentirebbe una maggiore tracciabilità dei pagamenti con conseguente diminuzione del “sommerso”. Inoltre, la moneta complementare potrebbe rappresentare un efficace mezzo di attuazione delle politiche di welfare a livello regionale: i fondi erogati dagli enti locali sotto forma di valuta alternativa vincolerebbero i beneficiari al loro utilizzo solo in determinati ambiti ed attività commerciali (es. beni di prima necessità)". Sono tra i punti più qualificanti del programma di governo del Movimento 5 Stelle per la Sardegna: 83 pagine nelle quali vengono affrontati tutti i temi della gestione della cosa pubblica dell'Isola. Vengono analizzate criticità e proposte soluzioni pentastellate: dai trasporti - con la necessità di una nova continuità - alla cultura - con la proposta del rafforzamento della sardegna Film commission - e l'agricoltura, con la garanzie necessaria di un equo prezzo del latte.  Un manifesto di governo che è stato approvato nei giorni scorsi e condiviso tra i candidati che sostengono la corsa di Francesco Desogus verso Villa Devoto. 



2 visualizzazioni
  • Nuraghes Circuito Buoni Comunali
  • Nuraghes Circuito Buoni Comunali

© 2020 by Fundhàda Nuraghes

(sito in costruzione)

 

Privacy Policy